Cosmo d’amore

Mostre d'Arte

Cosmo d’amore

Ad Azzate Mario da Corgeno presenta una mostra e un monumento pubblico in bronzo in ricordo di Antonio Ghiringhelli. 

Dove

  • Palazzo municipale di Azzate , Via Castellani, 1 , Varese , 21022
  • Italy

Quando

  • 18 Aprile 2008
  • 27 Aprile 2008
  • 03:00 PM
  • 06:30 PM

Mostra d'arte nella cittadina di Azzate

Mario da Corgeno, la scultura è magia

Azzate, splendido borgo sul lago di Varese – caratterizzato da storiche dimore settecentesche e circondato di boschi di castagni, robinie, ontani – sceglie l’arte contemporanea per aggiungere ulteriore attrattiva e pregio all’amenità del luogo. Domenica 27 Aprile 2008 verrà infatti inaugurato, sul belvedere prospiciente il lago, il monumento in ricordo di Antonio Ghiringhelli, singolare e indimenticata figura d’imprenditore tessile e di filantropo che negli anni ’60 fu anche sindaco del paese. L’opera bronzea, un ritratto in grandi dimensioni, è stata realizzata dallo sculture Mario da Corgeno, 63enne artista le cui radici sono locali, ma la cui poetica è universale, come documenta la mostra personale in corso fino a domenica nel Palazzo Municipale di Azzate (Cosmo d’amore: tempo e racconto nell’opera di Mario da Corgeno).

Da sempre, l’arte di Mario da Corgeno appare come la materializzazione di misteriose potenze spirituali. Le sue figurazioni sono i simulacri di un’idea universale plasmati come in un incessante stato di estasi e di ebrezza. Mario evoca e libera neoplatonicamente la forma scavando sembianze struggenti nella candida materia del marmo, forgiando il metallo colore del bronzo, campendo fisionomie con la purezza di poche linee a matita sul biancore del foglio, linee capaci però di catturare non solo la figura ma anche l’essenza intima della persona ritratta, che ci viene restituita come in una sorte di psicodiagnosi. Il disegno di Mario da Corgeno svolge la matassa dell’interiorità in un unico dinamico filo che esprime energia pura, immediata, spontanea. Le mani e lo scalpello di Mario plasmano, modellano, levigano con amore incondizionato, sfiorano le superfici e i volumi liberando la luce, la fiamma del bello imprigionata nella carne del vivere. Tutta l’opera di Mario è opera d’amore: è la speranza di ritrovare nell’arte «il bene evaso da questo mondo».

Dalla materia informe che egli trae bellezze leggiadre che fanno il torpore dell’abbandono e la leggerezza della danza: figure muliebri stilizzate, elegantemente allungate, rastremate, spesso dagli occhi chiusi, esprimenti raccoglimento e interiorità. Talora, il sogno e la raffinatezza cedono il passo alla tragedia e al grottesco, dando luogo a volti stralunati, stirati in una smorfia estrema di solitudine e di spavento. Più spesso ancora, l’anatomia umana viene solo suggerita, evolvendo in purissime e sintetiche architetture.

Tempo e racconto nell'opera di Mario da Corgeno

di Giovanni Nicora

Avevo diciotto anni quando ho incontrato per la prima volta Mario da Corgeno.
Amico di un amico che mi entusiasmava raccontandomi di questo giovane artista che viveva a due passi da noi e che, secondo lui, era più bravo di Michelangelo. Esagerava forse? “Chissà?!” mi dissi, “Andiamo a vedere”.

Beh, il primo impatto con le sue opere fu entusiasmante. Mi trovai davanti agli occhi disegni a matita e sanguigne così perfetti che non potei fare altro che balbettare qualche goffo complimento e chiedere di vedere le sculture.

Il busto di una giovane donna in marmo bianco di Carrara era li, all’ingresso del suo singolare laboratorio pieno di candida polvere. Mi ammaliò. Rimasi qualche minuto ad osservare quest’opera che mi trasmetteva amore, passione, tormento e, forse, anche un poco di infelicità. Poi, fu innamoramento completo.

Allora ero un giovane appassionato di tutto quello che a me pareva essere bello.
Erano i tempi in cui ad Azzate, con altri giovani appassionati, iniziavamo a organizzare mostre di pittura. Lo invitai. Venne. Così ho fatto oggi. L’ho invitato. Mi ha detto: “Vengo” Grazie Mario per l’onore che ci fai.

Mario da Corgeno scultura marmo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura marmo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura marmo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura marmo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura marmo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura bronzo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura marmo mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno scultura mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno Franca mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Cosmo d'amore Mario Da Corgeno
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Occhi del dolore
Sentimento Mario Da Corgeno
Mario da Corgeno disegno mostra d'arte cosmo d'amore Azzate
Elvira, la mamma di Mario
© All rights reserved